I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Informazioni OK

Riabilitazione cardiologica

La Riabilitazione Cardiologica e la prevenzione secondaria delle malattie cardiovascolari sono attive presso l’Istituto dal 1976.


I programmi riabilitativi attuati presso l’Unità Funzionale di Riabilitazione Cardiologica si propongono di:

• migliorare la tolleranza allo sforzo e favorire il benessere psicofisico del paziente
• gestire al meglio il compenso cardiaco
• migliorare il profilo cardiovascolare con il controllo dei fattori di rischio, a beneficio della qualità della vita

I pazienti accedono al programma di riabilitazione cardiologica a seguito di:

• intervento di cardiochirurgia recente, di infarto miocardico acuto e di angioplastica coronarica, provenendo direttamente dalle strutture per acuti
• pregressi interventi cardiochirurgici o patologie cardiovascolari e per eseguire un ciclo riabilitativo

Ogni anno sono ricoverati circa 500 pazienti, per un totale di 7300 giornate di degenza.


In particolare, sono seguiti pazienti:

• provenienti direttamente dai reparti cardiochirurgici, per cicli di riabilitazione successivi a recente intervento di rivascolarizzazione coronarica (mediante by-pass o angioplastica ) o interessanti le valvole mitralica e/o aortica
• ricoverati in seguito ad infarto miocardico
• affetti da arteriopatia obliterante periferica
• a seguito di pregressi interventi di natura cardiovascolare

Le presenza in questi pazienti di patologie concomitanti determina la necessità che il percorso terapeutico e fisioterapico siano svolti con il coinvolgimento di diversi specialisti: l’équipe multidisciplinare è composta da medici specialisti in cardiologia, pneumologia, diabetologia, geriatria.

L’attività fisica viene seguita da personale fisioterapico ed infermieristico, sulla base del piano di trattamento personalizzato, individuato dal medico di riferimento:

• in gruppo, in una palestra dedicata, mediante l’utilizzo di cyclette e treadmill; durante i primi giorni di tale attività i pazienti sono monitorati per consentire il controllo elettrocardiografico
• individualmente, se necessario, presso la camera del paziente

L’unità Funzionale di Riabilitazione Cardiologica dispone di:

• 30 posti letto, disponibili in 15 camere a due letti con bagno nell’ala ospedaliera
• sale da pranzo,  soggiorno e sala di attesa

Per valutare l’efficacia  dei trattamenti riabilitativi attuati, si utilizzano alcuni indicatori di outcome, tra i quali vi è la scala di  Borg che stima  la percezione  dello sforzo avvertito dal paziente nell’eseguire una determinata attività fisica.

Importante componente del programma riabilitativo è rappresentato da “momenti educativi”, realizzati settimanalmente, ogni venerdì alle ore 17.00, dal Medico Responsabile dell’Unità Funzionale di Riabilitazione Cardiologica mediante una lezione di informazione sanitaria volta ad illustrare i fattori di rischio cardiovascolare, i principi di una corretta alimentazione ed i problemi relativi al ritorno in famiglia e nel mondo del lavoro.


I percorsi diagnostico-terapeutici in uso sono descritti nei protocolli medici e si identificano con le Linee Guida emesse dal Gruppo Italiano di Riabilitazione e Prevenzione Cardiovascolare.

Principali ambiti di trattamento
• fase post - chirurgica  di interventi di by-pass aortocoronarico
• fase post - chirurgica di interventi di cardiochirurgia valvolare
• infarto del miocardio corretto con angioplastica primaria
• scompenso cardiaco
• follow-up cardiologico

Elenco delle principali attività espletate
• condizionamento alla resistenza aerobica con l’ausilio di  treadmill e cyclette
• ginnastica calistenica di gruppo: esercizi respiratori, allungamento e tonificazione muscolare, mobilità articolare, equilibrio e coordinazione, resistenza, educazione della postura
• cammino libero, salita e discesa scale con supervisione
• trattamento personalizzato: FKT neuromotoria e ortopedica